tecnologia

VOLUNIA la speranza tutta Italiana

L’ideatore dell’algoritmo di Google Massimo Marchiori lancia Volunia il nuovo motore di ricerca,
ma non solo, tutto Italiano.

Volunia unisce la ricerca evoluta insieme alla parte sociale rendendo gli utenti “liberi” di interagire e cercare senza rimanere “ingabbiati” all’interno di grandi contenitori quali Google, Facebook, Yahoo etc ..

Nella speranza che anche in Italia la ricerca riesca a creare innovazione, il progetto sembra meravigliosamente interessante!

Ps: iniziate a guardare il video dal 40′ minuto .. prima il proiettore non funzionava, in questo lo stile Italiano non smetisce 🙂

il sito: http://launch.volunia.com/

Aderiamo alla protesta contro la proposta di legge sopa e pipa

PROTESTA CONTRO LE PROPOSTE DI LEGGE SOPA E PIPA

Wikipedia in lingua italiana approva ed esprime solidarietà verso la protesta dei colleghi della Wikipedia in lingua inglese contro lo Stop Online Piracy Act e il PROTECT IP Act. Tali proposte di legge, se approvate dal Congresso degli Stati Uniti, limiterebbero la libertà del web e la sopravvivenza stessa di Wikipedia.

leggi il comunicato

Androide vs Mela

Google sta lavorando bene con il suo sistema operativo mobile Android,
la qualità del prodotto dalla versione 3.x in poi sembra oramai eguagliare il più blasonato iOS della Apple.

Ho da poco in mano il tablet della Asus Transformer con Android 3.2, sembra che non manchi nulla,
la qualità del software e la potenza non sono minori rispetto all’iPad, in più non necessita di essere Jailbrekkato per
poterci lavorare decentemente.
Le funzionalità del software prodotto da Google è notevole e ha sempre una marcia in più.

Google si sta buttando sul mobile e presto vedremo dei tablet marchiati dal noto motore di ricerca.

La marcia in più di Google sta nell’unire un buon hardware con vari software di punta che si interfacciano fra loro (Chrome, la ricerca, Youtube, Maps, etc.. ), inoltre la capacità di adattarsi al cambiamento faranno di Google un marchio in continua crescita.

Sarà da tenere sott’occhio con attenzione, perchè la cosa che i due fondatori hanno capito fin dall’inizio è che fornire informazioni e dei servizi realmente utili e funzionanti, su Internet, sono le uniche cose importanti per ottenere successo ed acquisire fiducia da parte degli utenti.
L’aspetto e la cornice sono importanti, ma se non ci sono i contenuti o il software non è utile il fuoco di paglia si consuma subito,
mentre prodotti che aiutano realmente le persone sulla base delle proprie esigenze saranno sempre vincenti.

Square: il futuro del pagamento con carta di credito – direttamente dal telefonino

La tecnologia avanza è in continua evoluzione,
e quando è sinonimo di semplicità, velocità e comodità d’uso ha sempre il migliore dei risultati.
Risolvere un problema per trovare nuove opportunità di business, questo è il sinonimo di “Square

Square è un innovativo dispositivo che permette la ricezione di pagamenti con carta di credito direttamente dal proprio iPhone/iPad, semplicemente connettendo l’apparecchio alla presa audio del telefono.

Il creatore di questa meraviglia è Jack Dorsey lo stesso inventore di Twitter. Il suo intento è stato quello di facilitare la ricezione di pagamenti anche da parte di quei piccoli esercenti e imprenditori che hanno la necessità di ricevere i pagamenti con carta, senza imboccare in lunghissime pratiche burocratiche per farsi abilitare il sistema.

L’idea nata dall’esigenza di un amico che si era fatto sfuggire la vendita di un’opera perchè non poteva accettare il pagamento con carta, dopo un anno dalla nascita,  sta ora diventando un diffusissimo sistema, che di fatto sta rivoluzionando l’intero settore dei pagamenti!!

La semplicità di apertura dell’account, le spese esigue (2,75% su ogni transazione) e gli strumenti di monitoraggio delle proprie vendite sono la punta di diamante dell’intero sistema che sta prendendo il volo in America.

L’evoluzione di questo sistema  sarà addirittura il totale inutilizzo del contante e delle stesse carte di credito, attraverso un applicazione tipo iTunes attraverso la quale acquisteremo direttamente dal nostro telefonino!! e  se l’esperienza del App Store di iTunes è un indicatore, non c’è ragione per cui il sistema di Square non possa decollare a macchia d’olio.

Si spera che in Italia arrivi al più presto!!!

Twitter finalmente funziona con il cellulare anche in Italia!

Dopo tempo finalmente l’aggiornamento dei  Tweet via cellulare sbarca anche in Italia!
non so’ da quanto tempo Twitter abbia attivato la possibilità ..  sicuramente fino a qualche mese fà per gestire i Tweet via cellulare bisognava scarica o fare uso di altri software.

Ora nelle opzioni di Twitter si può scegliere se ricevere e inviare via sms i Tweet,
sicuramente questo sviluppo porterà ad un maggiore utilizzo di Twitter anche da parte degli utenti Italiani.

Jailbreak Ipad with IOS 4.2.1

Per lavoro e perchè penso che certe restrizioni sono veramente inutili,
visto che alla fine è il mercato e chi usa i dispositivi a voler  non avere restrizioni di uso,
vi segnalo un bel procedimento per sbloccare il vostro IPAD con IOS 4.2.1

Qualche giorno fa è stato rilasciato (per windows, perchè la versione per Mac è uscita poco tempo prima) Greenpois0n, il tool dei Chronic Dev Team che consente il Jailbreak dei dispositivi con su l’iOS 4.2.1. Il programma si rivela particolarmente utile soprattutto per i possessori di iPad, interessati al Jailbreak, che erano rimasti fermi alla revisione 3.2.2 dell’iOS. Greenpois0n consente di effettuare un Jailbreak di tipo untethered, cioè senza la necessità di attaccare al computer il proprio device ogni volta che si riavvia, ed il suo utilizzo si rivela davvero molto semplice; andiamo quindi a vedere come funziona.

Partiamo dunque dall’occorrente per effettuare il Jailbreak.

1) Greenpois0n 1.0RCB5 beta2

2) iPhone, iPad o iPod con iOS 4.2.1. Potete scaricarlo direttamente da questa pagina di iSpazio.

3) Un dispositivo che sia italiano; i dispositivi stranieri infatti devono utilizzare un’altra guida per la quale vi rimando sempre ad iSpazio.

Gli iDevice supportati da Greenpois0n sono praticamente tutti quelli usciti fino adesso, tranne l’iPhone 3g per il quale sarà necessario utilizzare Redsn0w ed un’altra procedura. Ricordatevi che come base di partenza il vostro dispositivo dovrà avere il 4.2.1 originale. Dopo aver aggiornato o ripristinato quindi grazie ad iTunes sarete pronti a partire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1) Spegnete il vostro dispositivo e collegatelo al PC. Attendete che il vostro iDevice si riavvii, chiudete iTunes nel caso si aprisse e quando sarete pronti premete il tasto “prepare to jailbreak“.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2) Il programma vi chiederà quindi di mettere il dispositivo in modalità DFU. Per farlo seguite le semplici istruzioni a schermo e seguite il conto alla rovescia. Come prima cosa vi verrà chiesto di premere contemporaneamente il tasto Home ed il tasto di accensione per 10 secondi.

3) Terminato il conto alla rovescia, lasciate il tasto di accensione e continuate a tenere premuto il tasto Home fin quando il programma non terminerà il successivo conto alla rovescia.

Se avete eseguito tutto col giusto tempismo Greenpois0n vi avviserà che è pronto ad iniziera il Jailbreak vero e proprio. Premete quindi il tasto “Jailbreak” ed in pochi secondi uno slider vi informerà dell’avvenuto successo. Al termine, troverete sul vostro iDevice un nuovo programma chiamato “Loader” che vi consentirà di installare Cydia ed i suoi utilissimi tweak. Buon Jailbreak a tutti!

Perchè non succede anche in Italia una storia del genere???

… in Italia storie del genere fanno fatica ad avere vita…

Un Cinese emigrato negli Stati  Uniti nel 2003 crea una Web Farm che sta diventando un colosso…
immaginate, ha solo 21 anni…
Non è una favola è realtà …

poi non capiscono la fuga di cervelli … mhhhaaaaa

2010 Finalists: America’s Best Young Entrepreneurs
Cirtex
Cirtex

What it does: Web hosting
Founder: John Xie, 21
Website: cirtex.com
Based: New York

Shanghai-born entrepreneur John Xie emigrated to New York with his family in 1998 and started Cirtex in 2003, when he was 13. At first the business resold Web hosting services and collected payment through PayPal. As Web hosting became a more competitive business, Xie, who managed the business himself through high school, expanded. He added video hosting services and more sophisticated types of hosting for businesses—virtual private servers and dedicated servers. By 2007, when Xie headed to Babson College to study entrepreneurship, Cirtex had about 500 clients; it now has more than 10,000 that are supported by 25 employees in the U.S., Canada, India, and Brazil. Customers range from individuals who pay $2.50 per month for basic website hosting to businesses that pay more than $1,000 per month for a managed dedicated server. “Old customers keep referring new customers to us,” says Xie. The company has servers in Clifton, N.J. and Chicago. It plans to expand into Europe and Asia next year to keep up with demand. Xie says Cirtex had $1.3 million in revenue in 2009 and expects $2 million this year.

Dopo 12 anni Google cambia faccia

Dopo 12 anni dalla sua nascita, Google rinnova da ieri la sua veste grafica e aggiunge nuove funzionalità per velocizzare le ricerche (il restyling si completerà nel giro di questa settimana).

In particolare, da rilevare il pannello che appare a sinistra rappresenta la novità più importante. A seconda di quello che si sta cercando seleziona gli strumenti più idonei alla ricerca (immagini , video, news, ecc).
Se l’oggetto è una teoria scientifica, per esempio, compariranno link a immagini e ad articoli, libri o video; una ricerca su un evento sportivo mostrerà invece link a siti di notizie o a blog.

Fonti:

http://www.apcom.it/news/rss/20100505_203502_2fb2c67_87784.html

http://www.adnkronos.com/IGN/News/CyberNews/IT-Google-cambia-veste-grafica_347914136.html

La più esauriente:

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2010/05/google-nuova-home-page.shtml?uuid=2f79152a-5861-11df-8850-64d909ae08a6&DocRulesView=Libero

Load More